Warning: A non-numeric value encountered in /home/clinic87/public_html/wp-content/themes/Avada/includes/dynamic_css.php on line 6753
News – Clinica Tommasini

CLINICA TOMMASINI

NEWS

LA PROSTATA? NON FA PIU’ PAURA!

La prostata è una ghiandola facente parte dell’apparato genitale maschile, sita, anatomicamente, appena sotto la vescica, davanti all’ultima porzione di intestino (retto).

La sua infiammazione, detta prostatite, è un problema tipico che colpisce l’8,2 % della popolazione maschile. Può essere di origine batterica acuta o cronica (I e II tipo) o non batterica (III tipo) e addirittura del tutto asintomatica (IV tipo).

I sintomi più comuni sono dolori all’area pelvica, in regione scrotale o nella zona lombosacrale con disturbi sia all’apparato urinario che digerente.

Presso la Clinica Tommasini è possibile iniziare un percorso di diagnosi e cura, comprendente visita, ecografia ed eventualmente biopsia prostatica, col medico chirurgo Dr. Fornasier, specialista in urologia.

Luglio 18th, 2018|Categorie: Urologia|Commenti disabilitati su LA PROSTATA? NON FA PIU’ PAURA!

GUERRA ALLE OCCHIAIE E NUOVE TENDENZE

Uno studio effettuato su 45 donne con iperpigmentazione orbitale, volgarmente nota come occhiaie, ha dato risultati interessanti su quali siano i trattamenti più efficaci da un lato o meglio tollerati dall’altro.

Il campione è stato sottoposto ai tre trattamenti più appropriati ovvero: mesoterapia, peeling chimico e carbossiterapia.

Il dato emerso rivela che non vi è alcuna differenza significativa nei risultati ottenuti fra le tre diverse opzioni tuttavia la mesoterapia provocherebbe una maggiore sensazione dolorosa se pure, il grado di soddisfazione delle pazienti trattate sembrerebbe maggiore.

Nel complesso tutte e tre le modalità di trattamento risultano efficaci, solo la mesoterapia sembra presentare qualche vantaggio rispetto agli altri trattamenti anche se comporta maggiori disagi per la paziente.

 

Luglio 18th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su GUERRA ALLE OCCHIAIE E NUOVE TENDENZE

RIMETTI AL PASSO I TUOI PIEDI!

Dolori, deformità, arrossamento e difficoltà a camminare? potresti soffrire di alluce valgo, una deformazione del primo dito del piede che devia lateralmente verso le altre dita creando contemporaneamente la sporgenza mediale del primo osso metatarsale e la formazione della caratteristica ‘cipolla’.

Generalmente questa patologia ortopedica è associata ad una borsite ovvero un’infiammazione cronica o recidivante molto dolorosa che tende a peggiorare con lo sfregamento della calzatura.

Nel 40% dei casi colpisce le donne e nel 75% dei casi colpisce entrambi i piedi. La patologia tendenzialmente è risolvibile solo chirurgicamente.

Presso la Clinica Tommasini è possibile iniziare un percorso di diagnosi e cura dell’alluce valgo con visita, approfondimenti diagnostici e intervento chirurgico in tempi brevi, in convenzione col Servizio Sanitario Nazionale.

Giugno 27th, 2018|Categorie: Ortopedia|Commenti disabilitati su RIMETTI AL PASSO I TUOI PIEDI!

INDAGARE LA PATOLOGIA TIROIDEA:  E’ FACILE ANCHE IN OGLIASTRA

In caso di familiarità per patologia o alterazioni della funzionalità tiroidea o in caso di pregressa tiroidectomia o patologia nodulare, sospetta o assodata, puoi chiedere di accedere al PACC Po2, ovvero Pacchetto Diagnostico Tiroideo, prescrivibile dal medico di medicina di base.

Il P02 si esegue in giornata e comprende:
– la visita endocrinologica
– gli esami ematochimici (abtg, abtpo, calcitonina, FT4 e TSH)
– l’esame ecografico
– l’agoaspirato tiroideo

Qualora il medico abbia rilevato la presenza di un ingrossamento sospetto (nodulo) della tiroide, per la diagnosi delle patologie legate alla ghiandola tiroidea o al fine di stabilire una terapia appropriata e personalizzata, può prescrivere al paziente l’accesso alla prestazione, convenzionata col Servizio Sanitario Nazionale.

Giugno 27th, 2018|Categorie: ENDOCRINOLOGIA|Commenti disabilitati su INDAGARE LA PATOLOGIA TIROIDEA:  E’ FACILE ANCHE IN OGLIASTRA

L’ANIDRIDE CARBONICA? PUO’ ESSERE TERAPEUTICA

L’utilizzo dell’anidride carbonica come pratica terapeutica nasce in Francia nel 1932 e viene ufficialmente riconosciuta in Italia nel 1995 dal SIME, la Società Italiana di Medicina Estetica.

Nel frattempo si è giunti alla realizzazione di macchinari appropriati, estremamente avanzati che permettono l’iniezione del gas nel sottocute direttamente nelle aree da trattare con applicazioni diverse e ottimi risultati ossigenanti.

Gli ambiti di applicazione comprendono: il trattamento di ulcere venose e arteriose, psoriasi, disfunzione erettile, insufficienza venosa cronica, linfedemi e altri ma trova applicazione soprattutto nel campo della cure estetiche.

Nella Medicina Estetica la CARBOSSITERAPIA consente il raggiungimento di ottimi risultati sul fronte antiage, nel trattamento delle adiposità localizzate e degli inestetismi da cellulite e da pochi anni anche nel trattamento di occhiaie e delle borse, anche adipose, grazie all’aumento del drenaggio che permette la riossigenazione dei tessuti con conseguente recupero di tonicità e microcircolo.

 

Giugno 27th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su L’ANIDRIDE CARBONICA? PUO’ ESSERE TERAPEUTICA

CELLULITE? COME TI CURO!

I trattamenti usuali non sempre sono efficaci per la cura della cellulite, in modo particolare quando diventa patologica.
E’ italiano il brevetto del macchinario di ultimissima generazione per la cura degli inestetismi da cellulite.

Si chiama APS (Automatic Patting Sistem), migliora sensibilmente l’elasticità e la tonicità della pelle eliminando rughe, cicatrici, lassità cutanea e migliorando la texture, ovvero la superficie della pelle, particolarmente indicato per il trattamento degli inestetismi di cellulite e adipe.

La macchina sfrutta la combinazione dell’azione della micro dermo incisione e dell’onda acustica che, insieme, mettono in moto 3 meccanismi differenti:
– incremento del microcircolo sanguigno;
– stimolazione del metabolismo cellulare;
– stimolazione dei fibroblasti in maniera meccanica e riparatoria.

Giugno 12th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su CELLULITE? COME TI CURO!

NUOVA FORMULA DI SALUTE: IL BENESSERE AL PASSO DELLA BELLEZZA ALLA CLINICA TOMMASINI APRE L’AMBULATORIO DI MEDICINA ESTETICA!

Nel 1948 l’Organizzazione Mondiale della Sanità si pronunciò definendo un nuovo concetto di salute, intesa “non solo come assenza di malattia ma come stato di completo benessere fisico, mentale e sociale”.
Da 80 anni l’OMS insegna che il primo passo per star bene con gli altri è star bene con se stessi!

Questa stessa premessa ispira oggi la Clinica Tommasini che inaugura un nuovo servizio d’eccellenza:
il moderno AMBULATORIO di MEDICINA ESTETICA nel quale, in totale confort, sarà possibile usufruire di trattamenti personalizzati con personale medico altamente qualificato e nella piena sicurezza della struttura ospedaliera ospitante.

Trattamenti con la speciale macchina APS (Automatic Patting Sistem) per ripristinare la tonicità della pelle, ridurre rughe, trattare cicatrici e migliorare, in generale, la texture della pelle.

La possibilità di eseguire sedute di CARBOSSITERABIA, con l’azione lifting dell’anidride carbonica efficacissima per curare gli inestetismi di cellulite, adiposità localizzate e smagliature, macchie o acne e particolarmente indicata per il trattamento della caduta precoce dei capelli.

E ancora i più classici FILLER, BOTULINO, BIORIVITALIZZANTI e PEELING; tipologie diverse di trattamenti personalizzati, prenotabili separatamente o in pacchetti ambulatoriali completi.

Giugno 12th, 2018|Categorie: Medicina Estetica, Nessuna categoria|Commenti disabilitati su NUOVA FORMULA DI SALUTE: IL BENESSERE AL PASSO DELLA BELLEZZA ALLA CLINICA TOMMASINI APRE L’AMBULATORIO DI MEDICINA ESTETICA!

PROBLEMI ARTICOLARI? DIAGNOSI E CURA IN TEMPI BREVI ALLA CLINICA TOMMASINI

L’artroscopia è un intervento chirurgico utile alla diagnosi e cura dei disturbi a carico delle articolazioni del corpo umano, gold standard nella risoluzione delle patologie articolari per la minima invasività, evitando il ricorso alla chirurgia tradizionale in ‘open’, decisamente più invasiva.

Si esegue mediante l’utilizzo dell’artroscopio, uno strumento dotato di telecamera e luce che viene inserito nella cavità articolare da esaminare attraverso piccole incisioni cutanee. Le articolazioni più interessate all’esame sono: ginocchia, spalle, caviglie, gomiti polsi e anche.

Nella mattinata di oggi presso la Clinica Tommasini sono in svolgimento le visite ortopediche ambulatoriali con lo specialista Dr. Giuseppe Piu.

Presso la nostra struttura è infatti possibile iniziare un percorso di diagnosi e cura, dalla visita ambulatoriale alla risoluzione chirurgica con l’equipe di grande professionalità degli specialisti ortopedici Dr. Francesco Caputo e Dr. Giuseppe Piu.

Giugno 12th, 2018|Categorie: Ortopedia|Commenti disabilitati su PROBLEMI ARTICOLARI? DIAGNOSI E CURA IN TEMPI BREVI ALLA CLINICA TOMMASINI

TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA (TAC): IL PROGRESSO RADIOLOGICO AL SERVIZIO DELLA SALUTE

La Tomografia Assiale Computerizzata, comunemente nota come TAC, è un esame diagnostico per immagini che riproduce in sezione e tridimensionalmente l’anatomia di unsegmento corporeo, grazie ad un fascio di raggi ionizzanti (raggi x).

L’utilizzo della TAC è notevolmente aumentato negli ultimi anni, essendo diventata fondamentale per la diagnosi di numerose patologiee la stadiazione di diversi tumori solidi (esclusi cioè quelli al sangue o al sistema linfatico).

L’esame è ben tolleratoe si esegue rapidamente; se è necessario eseguirlo con mezzo di contrasto richiede preparazione solo per pazienti con problematiche cliniche particolari, altrimenti si può svolgere dietro semplice esecuzione di un preliminare esame ematico di controllo.

La Clinica Tommasini è dotata di una moderna apparecchiatura TC e si avvale di medici radiologi e tecnici di comprovata esperienza e professionalità. Gli esami TC sono usufruibili in convenzione con il Servizio sanitario nazionale e prenotabile tramite sportelli Cup oppure in regime privato.

Per saperne di più chiama l’ufficio informazioni della Clinica Tommasini al 0782/7616 o visita il nostro sito alla pagina http://www.clinicatommasini.com/tomografia-computerizzata-…/

 

Aprile 26th, 2018|Categorie: RADIOLOGIA|Commenti disabilitati su TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA (TAC): IL PROGRESSO RADIOLOGICO AL SERVIZIO DELLA SALUTE

L’ARTRITE REUMATOIDE E L’IMPORTANZA DI UNA DIAGNOSI PRECOCE

Dolore alle articolazioni, rigidità mattutina, stanchezza e astenia possono essere segnali di artrite reumatoide, malattia reumatica con sintomi debilitanti rilevanti, colpevole spesso di un peggioramento considerevole della qualità di vita di chi ne è affetto.

La diagnosi non è facile all’esordio per la genericità dei sintomi mentre lo è in fase di malattia conclamata. Il trattamento ha tuttavia maggiori benefici quando la malattia è nella sua fase iniziale.

L’importanza di una diagnosi precoce, ancora una volta, appare essenziale per contenere l’avanzamento della malattia e il peggioramento delle manifestazioni che la caratterizzano.

La visita specialistica del medico reumatologo consente un riconoscimento tempestivo grazie alla corretta interpretazione della sua sintomatologia, con la possibilità di conservare nel tempo una qualità di vita migliore.

La Clinica Tommasini offre un servizio completo di diagnosi e cura sotto la supervisione della dr.ssa Laura Fadda, medico chirurgo e specialista in Reumatologia.

Per saperne di più visita il nostro sito alla pagina http://www.clinicatommasini.com/reumatologia/

Aprile 26th, 2018|Categorie: Nessuna categoria, REUMATOLOGIA|Commenti disabilitati su L’ARTRITE REUMATOIDE E L’IMPORTANZA DI UNA DIAGNOSI PRECOCE

SALA OPERATORIA IN SEDUTA!

E’ in partenza alla Clinica Tommasini la seduta di chirurgia ortopedica in regime di Day Service per liberazione del tunnel carpale.

In sala opera oggi il chirurgo dottor Simone Dessì, specialista in Ortopedia, coadiuvato dal medico anestesista dottoressa Maria Elena Solla e dall’intero staff di infermiere e oss del blocco operatorio.

Il servizio di Ortopedia della Clinica Tommasini consente di iniziare un percorso di diagnosi e cura, attraverso visita ambulatoriale, accertamenti diagnostici e trattamento farmacologico o chirurgico, qualora fosse ritenuto necessario dallo specialista.

Equipe specializzate e altissima professionalità garantiscono nella nostra struttura ospedaliera qualità ed esperienza, con grandi risultati, umani e professionali!

Visita il nostro sito per conoscere le patologie più trattate e i percorsi di prenotazione della Clinica Tommasini al link http://www.clinicatommasini.com/ortopedia-e-chirurgia-orto…/

A tutti buon lavoro!

Aprile 26th, 2018|Categorie: Eventi|Commenti disabilitati su SALA OPERATORIA IN SEDUTA!

TI SVEGLI STANCO? DORMI E NON RIPOSI? STUDIA IL TUO SONNO!!

Stanco, senza forza e di malumore fin dal risveglio? Ti sembra di non riposare anche se la notte hai dormito, in apparenza senza problemi? Potresti soffrire di un disturbo del sonno, tra le malattie neurologiche più diffuse in Italia, con un’incidenza paragonabile addirittura a quella del diabete.

La apnee del sonno, altrimenti note come OSAS, colpiscono circa 6 milioni di uomini tra i 40 e i 60 anni, con rischio 7 volte maggiore di peggiorare le performance lavorative in genere.
A ciò si aggiunge il rischio d’incidenti stradali il cui costo in termini umani, sociali ed economici è altissimo.

Studiare il sonno, identificare e trattare tempestivamente eventuali disturbi non è difficile né impossibile. L’inquadramento diagnostico-terapeutico del soggetto con sonno disturbato o sonnolenza diurna si basa su una valutazione clinica anamnestica specifica completa e sulla diagnostica strumentale, come il polisonnigrafo, che permette di valutare in maniera non invasiva il sonno notturno.

Le terapie per i disturbi del sonno comprendono un ampio spettro di trattamenti in base al disturbo diagnosticato: terapie farmacologiche, igienico-comportamentali, dispositivi a pressione positiva (CPAP) per la sindrome da apnee ostruttive in sonno (OSAS), fino ad interventi di chirurgia ORL o maxillo-facciale.

L’offerta ambulatoriale della clinica Tommasini comprende la diagnosi e cura dei disturbi del sonno in un percorso ambulatoriale gestito dalla dottoressa Patrizia Congiu, neurofisiopatologa esperta in Medicina del Sonno AIMS-ESRS.

Non trascurare i sintomi, chiamaci al numero 0782/7616 o visita il nostro sito alla pagina
http://www.clinicatommasini.com/medicina-del-sonno/ ‎

Aprile 26th, 2018|Categorie: Medicina del sonno|Commenti disabilitati su TI SVEGLI STANCO? DORMI E NON RIPOSI? STUDIA IL TUO SONNO!!

DANNO EPATICO: L’ALCOL E’ UNA DELLE PRIME CAUSE

DANNO EPATICO: L’ALCOL E’ UNA DELLE PRIME CAUSE

L’alcol alimentare è una sostanza presente in diversa concentrazione nelle bevande alcoliche. L’alcol ingerito viene assorbito per il 2% dallo stomaco e per il restante 80% dalla prima parte dell’intestino, passa nel sangue e dal sangue al fegato che lo smaltisce.

Assumere dosi elevate di alcolici altera il metabolismo, può influire su svariati apparati, causare forme di intossicazioni anche gravi che possono sfociare in patologie interessanti il sistema epatico (quali epatite alcolica, cirrosi alcolica ecc).

È importante ricordare che secondo il Global status report on alcohol and health 2014 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’uso di alcol nel 2012 ha causato nel mondo 3,3 milioni di morti, ossia il 5,9% di tutti i decessi (7,6% uomini e il 4,0% donne) e il 5,1% degli anni di vita persi a causa di malattia, disabilità o morte prematura (Disability Adjusted Life Years, DALYS).

Per valutare correttamente il rischio connesso all’assunzione di bevande alcoliche è necessario tener conto di diversi parametri come: le quantità di alcol assunte, la frequenza e durate del tempo del consumo sistematico, la concomitanza con i pasti, e l’età e il sesso, la tollerabilità dell’alcol in relazione alle condizioni di salute e l’assunzione di farmaci.

La prevenzione delle patologie epatiche inizia attraverso una corretta dieta alimentare per tanto è importante ridurre l’assunzione di alcol di cibi fritti e grassi, mangiare più frutta, verdura riso e cereali.
Il fegato è l’organo in cui vengono metabolizzati la maggior parte dei farmaci pertanto è importante rispettare le dosi consigliate.

La comunità scientifica ha individuato alcune limiti entro i quali il consumo di alcol giornaliero si considera moderato: 10 grammi di alcol al giorno con dovute e validate differenziazioni di genere e di età.

Presso la Clinica Tommasini è attivo un servizio di epatologia.
Per info e prenotazioni visita il nostro sito http://www.clinicatommasini.com/epatologia/

Aprile 26th, 2018|Categorie: EPATOLOGIA|Commenti disabilitati su DANNO EPATICO: L’ALCOL E’ UNA DELLE PRIME CAUSE

MALESSERE E MALUMORE? COME STA LA TUA TIROIDE?

Alterazioni dell’umore, cambiamenti di peso, mancanza di energie o difficoltà di digestione sono solo alcuni del sintomi legati alle disfunzioni tiroidee da imparare a riconoscere per una diagnosi e cura efficaci e tempestive.

Negli Stati Uniti, dai 12 anni in poi, circa 1 soggetto su 20 ha una tiroide ipofunzionante e 1 su 100 ha una tiroide iperattiva. In Italia sono più di 6 milioni le persone con disturbi tiroidei oltre il 15% dei quali è rappresentato dalla popolazione anziana. In Sardegna la prevalenza è del 20% nelle donne e 1-5% negli uomini, con manifestazioni a tutte le età anche se maggiori dopo i 50 anni.

La tiroide è una piccola ghiandola a forma di farfalla collocata sulla porzione anteriore del collo che controlla la produzione di diversi ormoni interessati alla regolazione di funzioni importanti quali il respiro o il battito cardiaco, la funzione metabolica, le frequenze respiratorie e cardiache e altre ancora. Per tale motivo una disfunzione tiroidea può comportare disturbi a più livelli che spesso, nel loro complesso, non è facile interpretare.

Per iniziare un percorso di studio puoi rivolgerti direttamente alla clinica Tommasini dove lo specialista endocrinologo dr. Massimiliano Ponga visita e cura le disfunzioni tiroidee anche in età pediatrica.

Presso il nostro centro è possibile avvalersi dei PACC diagnostici convenzionati per nodulo tiroideo, comprendenti esami ematochimici, ecografia tiroidea, ago aspirato e visita.

Marzo 26th, 2018|Categorie: ENDOCRINOLOGIA|Commenti disabilitati su MALESSERE E MALUMORE? COME STA LA TUA TIROIDE?

ARTROSI: PRIMA MALATTIA REUMATICA IN ITALIA

Rigidità, limitazione funzionale dell’articolazione di breve durata (generalmente di 10-15 minuti), in particolare al mattino o dopo un’inattività prolungata o dolore stimolato dalla pressione sull’articolazione sono i sintomi comuni dell’artrosi, la più frequente tra le malattie reumatiche.
Le manifestazioni più rilevanti della malattia sono gonfiore o tumefazione articolare dovuta agli osteofiti oppure il classico crepitio avvertibile al tatto dell’articolazione nel movimento. Può verificarsi anche una diminuzione molto rapida della massa muscolare.

L’artrosi è una malattia degenerativa che interessa le cartilagini che rivestono le ossa dei distretti articolari, innescandosi quando questi tessuti si assottigliano e frammentano. Il graduale assottigliamento della cartilagine e la diminuita mobilità provoca la reazione dell’osso sottostante che reagisce con la produzione di esuberanze ossee note come osteofiti determinando così una reale condizione di “insufficienza articolare”. Questa, coinvolgendo nella fase evoluta tutte le componenti dell’articolazione (cartilagine, osso subcondrale, legamenti), produce una deformità progressia con severa limitazione dei movimenti.

Le articolazioni più interessate sono quelle di colonna vertebrale, anche e ginocchia ma possono essere colpiti tutti i distretti articolari anche gli arti superiori, in particolare le mani tanto da limitare, in alcuni casi, le più comuni attività quotidiane.

L’artrosi è una delle maggiori cause d’invalidità nei Paesi industrializzati. In Italia, rappresenta oltre il 72% di tutti i disturbi reumatici e si ritiene che almeno 4 milioni di persone ne siano colpite, direttamente correlata all’età, con un picco massimo d’incidenza fra i 75 e i 79 anni. Prima dei 45 anni è più colpito il sesso maschile ma oltre quest’età è maggiormente coinvolto quello femminile.

Se riscontri questi sintomi ti consigliamo di recarti al più presto dal medico di medicina di base che ti indirizzerà da uno specialista reumatologo. Contro queste malattie è basilare giocare d’anticipo!

Presso la Clinica Tommasini è possibile intraprendere un percorso di studio e cura personalizzato, condotto dalla Dott. ssa Reumatologa Laura Fadda.

Marzo 26th, 2018|Categorie: REUMATOLOGIA|Commenti disabilitati su ARTROSI: PRIMA MALATTIA REUMATICA IN ITALIA

SETTIMANA DEL CERVELLO ALLA CLINICA TOMMASINI

Dal 12 al 18 marzo 2018 si tiene la “Settimana Mondiale del Cervello” (“Brain Awareness Week”), campagna mondiale che diffonde le nuove scoperte neuro scientifiche al fine di arricchire il patrimonio di informazioni sui progressi e benefici della ricerca sul cervello Istituita nel 1996 dalla Dana Alliance for Brain Initiatives.

In Sardegna, da nord al sud, prenderanno vita 28 eventi, tra screening gratuiti delle funzioni cognitive per tutte le età, mostre e seminari. Gli appuntamenti sardi sono patrocinati, sul territorio, dalla Regione Sardegna e dall’Ordine degli Psicologi regionale.

Il 12 marzo la Clinica Tommasini ospiterà presso il suo ambulatorio la dr.ssa Anna Rita Deiana, impiegata nello screening cognitivo per persone con un età superiore ai 55 anni attraverso la somministrazione di un test pertinente. L’obiettivo della valutazione è la prevenzione del deterioramento cerebrale, attraverso la stima delle principali funzioni cognitive, in particolare la memoria.

Per informazioni e prenotazioni contattare:
Dr.ssa Deiana al 389 78 29 791 o info@annaritadeiana.com o la Clinica Tommasini all’indirizzo clinica.tommasinijerzu@gmail.com

Marzo 26th, 2018|Categorie: Eventi|Commenti disabilitati su SETTIMANA DEL CERVELLO ALLA CLINICA TOMMASINI

IL FUTURO DELLA BPCO: PREVISIONI D’INCIDENZA PEGGIORI MA PROSPETTIVE DI CURA MIGLIORI

Le stime parlano di un’incidenza alta che interessa circa il cinque o sei per cento della popolazione totale. Sono colpiti principalmente anziani e fumatori ma la BPCO non è correlabile solo al fumo per tanto tutte le categorie sono a rischio.

I sintomi iniziali, tosse ed espettorato, sono spesso sottovalutati e per tale motivo la diagnosi si fa, di solito, a seguito di eventi acuti di tosse, espettorato o dispnea.
La diagnosi è clinico-funzionale, possibile attraverso un’indagine diretta sulla storia e le consuetudini del paziente. L’ostruzione delle vie aeree si può riscontrare facilmente e in modo indolore attraverso una semplice spirometria.

Attualmente le terapie disponibili sono solo farmacologiche e sintomatiche, utili cioè a migliorare i sintomi con l’uso di broncodilatatori ai quali possono essere associati antinfiammatori, per quanto le terapie siano variabili in caso di riacutizzazioni.

Secondo le previsioni entro il 2020 questa patologia sarà la prima causa di morte al mondo.
I dati confermano una prognosi migliore a fronte di una diagnosi precoce e le nuove tecnologie prospettano l’introduzione di nuovi trattamenti, dalla riduzione endoscopica o chirurgica dell’enfisema, quando presente, o nuovi trattamenti biologici studiati sulla base del patrimonio genetico, fino alla ventilazione assistita o addirittura il trapianto di polmone nei quadri clinici più compromessi.

Al sito www.clinicatommasini.com trovi tutte le informazioni sul servizio ambulatoriale di pneumologia della Clinica Tommasini, con indicate le modalità per iniziare un percorso di diagnosi, con visita e spirometria, e trattamento dei pazienti con disturbi respiratori.

Febbraio 22nd, 2018|Categorie: Pneumologia|Commenti disabilitati su IL FUTURO DELLA BPCO: PREVISIONI D’INCIDENZA PEGGIORI MA PROSPETTIVE DI CURA MIGLIORI

NUOVA COLLABORAZIONE ALLA CLINICA TOMMASINI

Inizia oggi la partecipazione all’attività clinica e ambulatoriale nella struttura ospedaliera Tommasini della dottoressa Rita Farris, laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Neurologia alla Clinica Neurologica del Policlinico Universitario, presso l’Università degli studi di Cagliari.

L’esperienza in reparto ha permesso alla dottoressa Farris uno studio approfondito dei disturbi del movimento legati alle patologie neurologiche ed in particolare alla malattia di Parkinson.

La dottoressa sarà impiegata nella Unità Operativa Internistico-Riabilitativa, sia nei reparti di Medicina e Geriatria, per i pazienti acuti, che nei reparti di Riabilitazione intensiva e Lungodegenza, per i pazienti post-acuti, e sarà a disposizione dell’attività ambulatoriale per esterni.

Dall’ intero staff un benvenuto e un augurio di buon lavoro!

Febbraio 19th, 2018|Categorie: Neurologia|Commenti disabilitati su NUOVA COLLABORAZIONE ALLA CLINICA TOMMASINI

Fattore di rischio per ictus e infarto: emicrania.

L’emicrania è una cefalea primaria che interessa il15% della popolazione mondiale. Il dolore che caratterizza questa patologia ha carattere pulsante che aumenta con l’attività fisica o il movimento e può avere una durata variabile (tra 4 ore e 3 giorni).

E’ un disturbo invalidante che può avere un effetto importante sulla qualità di vita e sulla capacità lavorativa o di studio in quanto può anche presentarsi associata ad altri sintomi come: nausea, vomito, ipersensibilità a luci e rumori. La sua incidenza aumenta dopo la pubertà e interessa più spesso le donne che gli uomini.

Da un uno studio condotto in Danimarca dai ricercatori dell’università di Aarhus, in collaborazione con i dipartimenti di epidemiologia e di neurologia dell’Università di Stanford, è emerso che i soggetti che soffrivano di emicrania (51.032 pazienti messi a confronto con 510.320 persone della popolazione generale) presentano un rischio elevato di infarto ( 49%) e di ictus (226%).
Lo studio, pubblicato sul British Medical Journal, ha coinvolto tutti gli ospedali e gli ambulatori ospedalieri danesi dal 1995 al 2013.

È importante imparare a conoscere il nostro organismo prendendoci cura di esso. Presso la Clinica Tommasini è attivo un servizio di neurologia per intraprendere un percorso di studio personalizzato visita il nostro sito http://www.clinicatommasini.com/neurologia/

Febbraio 15th, 2018|Categorie: Cardiologia|Commenti disabilitati su Fattore di rischio per ictus e infarto: emicrania.

INNOVAZIONE E PIÙ ALTI STANDARD TECNOLOGICI ALLA CLINICA TOMMASINI

E’ in corso la seduta di endoscopia del mercoledì, diretta dal medico endoscopista dr. Raffaele Orrù, coadiuvato dal medico anestesista dr. Michele Lecca, l’infermiera Laura Lai e l’ausiliario Federico Gessa.

L’equipe al completo lavora oggi, per la prima volta, con la nuova colonna endoscopica di ultima generazione dotata di monitor, sistema di camera, fonte di luce fredda e generatore ad alta frequenza. Collegato al sistema di irrigazione/aspirazione e video registratore (o sistema digitale di archiviazione immagini), il nuovo elemento garantisce risoluzione e affidabilità maggiori sulla osservazione tridimensionale che è base della attendibilità dell’esame endoscopico.

Da gennaio del 2018, la tecnologia endoscopica ambulatoriale della clinica Tommasini è stata completamente rinnovata, affiancando ad un servizio competente ed esperto, la garanzia di prestazioni di elevata qualità e sicurezza.

Per saperne di più visita il nostro sito alla paginahttp://www.clinicatommasini.com/endoscopia-digestiva/

Buon lavoro a colleghi e pazienti!

Febbraio 15th, 2018|Categorie: Endoscopia digestiva|Commenti disabilitati su INNOVAZIONE E PIÙ ALTI STANDARD TECNOLOGICI ALLA CLINICA TOMMASINI

DONNE E CUORE? VIENE PRIMA LA FAMIGLIA!!!

Un recentissimo studio dell’American Heart Association ha fatto emergere un dato negativo relativamente alle patologie cardiache e alla percezione delle stesse nelle donne.

E’ stato dimostrato, infatti, che queste avvertono meno il rischio reale di malattia cardiaca, con una più spiccata attenzione alle patologie oncologiche piuttosto che a quelle cardiovascolari. La circostanza è presto dimostrata dal successo delle campagne di prevenzione anti cancro raccomandate dall’Oms e, d’altra parte, dalla prognosi peggiore per le donne nell’infarto miocardico.

Nella lotta alle malattie cardiovascolari un punto fondamentale è accrescere la consapevolezza dei fattori di rischio quali diabete e ipertensione, addirittura più frequenti nel sesso femminile. Ridurre la pressione arteriosa, per esempio, è una delle condizioni più importanti per migliorare la sopravvivenza ma questi fattori di rischio sarebbero tenuti in poco conto dalle donne.

Un caso esemplare è quello delle cardiomiopatie ipertrofiche. Secondo il registro italiano più del 60% degli affetti da questo disturbo cardiaco sono uomini ma probabilmente solo perché questi, rispetto alle donne, hanno ricevuto almeno una visita nella loro vita, ovvero prima di effettuare il servizio militare. L’ipertrofia viene diagnosticata più tardi nelle donne, ad un’età media di 51 anni contro i 42 degli uomini pur presentando nel 60% dei casi una dispnea più grave, presente negli uomini solo nel 39% dei casi.

La spiegazione è dovuta, secondo lo studio citato, alla maggiore attenzione delle donne alla salute degli altri in famiglia e meno alla propria. Sono loro abitualmente ad occuparsi della buona condizione dei familiari, a informarli sulla prevenzione o accompagnarli a effettuare visite ed esami. Risulta altresì che le stesse arrivano più tardi a richiedere l’intervento medico perché percepirebbero meno il dolore. Secondo i dati, al momento dell’infarto il 43% delle donne non avrebbe riferito alcun dolore toracico.

Febbraio 6th, 2018|Categorie: Cardiologia|Commenti disabilitati su DONNE E CUORE? VIENE PRIMA LA FAMIGLIA!!!

Celiachia: aumentano i casi diagnosticati nel nostro paese

La Malattia Celiaca (o Celiachia) è una infiammazione cronica dell’intestino tenue causata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti.
I sintomi di questa patologia possono variare da: diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali, alla associazione con altre malattie autoimmuni.
Dalla “Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia – Anno 2016”, inviata al Parlamento il 16 gennaio 2018, sono emersi dati significativi sull’incidenza di questa patologia è emerso che in Italia sono stati diagnosticati 198.427 casi di celiachia con una maggiore incidenza nel sesso femminile (138.902 casi) rispetto a quello maschile (59.525 casi). Nel triennio 2014-2016, a un anno dall’entrata in vigore del nuovo protocollo diagnostico, si è verificato un incremento delle diagnosi ovvero 15.569, oltre 5.000 in più rispetto all’anno precedente.
Il Ministro della Salute Lorenzin nella prefazione della relazione ha ribadito l’impegno delle istituzioni nel supportare i pazienti affetti da questo disturbo “attraverso un costante e laborioso lavoro di collaborazione con le Regioni e le Provincie Autonome. In particolare quest’anno sono stati realizzati diversi interventi mirati a garantire il celiaco durante il percorso diagnostico, condividendo con le Regioni i requisiti tecnici, professionali ed organizzativi minimi per l’individuazione dei presidi sanitari deputati sul territorio alla diagnosi di celiachia. Questa iniziativa è stata affiancata da un laborioso e articolato lavoro tecnico-legislativo di adeguamento normativo ai fini della tutela della vulnerabilità dei celiaci anche sul piano alimentare”.
Una maggiore sensibilizzazione della popolazione è uno dei primi passi per la diagnosi di ogni patologia e intraprendere un percorso di studio specialistico risulta la strada appropriata per la risoluzione e cura dei disturbi. La celiachia può essere identificata con assoluta sicurezza attraverso la ricerca sierologica e la biopsia della mucosa duodenale nel corso della gastroscopia.

Febbraio 2nd, 2018|Categorie: Gastroenterologia|Commenti disabilitati su Celiachia: aumentano i casi diagnosticati nel nostro paese

DOLORI RICORRENTI ALLE DITA O ALL’INTERA MANO?

Forse soffri della Sindrome del Tunnel Carpale (STC), la malattia nervosa periferica più frequente di tutti i distretti corporei, caratterizzata da dolore e intorpidimento di mano e dita.

Il Tunnel Carpale è una struttura stretta, un ‘tunnel’ nel polso, con fondo e lati formati dalle ossa del polso (carpo). La sindrome si verifica quando i tessuti circostanti i tendini flessori si gonfiano determinando una compressione sul nervo mediano nel suo passaggio attraverso il tunnel carpale.

L’incidenza risulta tre volte più elevata nella donna, fino a 60 casi ogni 100. In circa il 70% dei casi è bilaterale, con prevalenza della mano dominante.

Molti fattori possono determinarne l’insorgenza, tra questi: l’ereditarietà, l’attività lavorativa svolta (lavori manuali o di precisione particolarmente ripetitivi), cambiamenti ormonali legati alla gravidanza, età o condizioni patologiche generali di base come diabete, artrite reumatoide, squilibri ormonali tiroidei. Anche alcuni sport (come il bowling o il tennis), o l’utilizzo di strumenti musicali (come la chitarra), causando microtraumatismi ripetuti del polso, possono influire nel presentarsi del disturbo.

I sintomi più comuni della sindrome del tunnel carpale sono: intorpidimento, formicolio e dolore (esteso a mano e dita, in particolare a pollice, indice e medio), più frequenti di notte che di giorno o ancora sensazioni simili a scosse elettriche nelle dita o sensazioni dolorose che si propagano lungo il braccio verso la spalla.

La diagnosi di TC è possibile attraverso il test elettrico della funzione del Nervo Mediano, elettromiografia (EMG). Per confermare la diagnosi può essere utile anche la radiografia che consente di escludere compressioni patologiche da parte delle ossa del polso (come ad esempio l’artrosi).

Il trattamento, nei casi in cui la diagnosi sia incerta o la condizione lieve o moderata, può essere farmacologica (con l’utilizzo di anti-infiammatori non steroidei ) ma può essere utile anche un cambio di attività o ancora l’uso di infiltrazioni cortisoniche all’interno del legamento trasverso del carpo. La chirurgia viene proposta quando le terapie mediche e fisiche non sono efficaci o davanti ad una sintomatologia costante presente ormai da tempo.

Presso la Clinica Tommasini è possibile iniziare uno percorso completo di studio del Tunnel Carpale con diagnosi, trattamento e cura, attraverso la visita ortopedica, l’esecuzione dell’elettromiografia, radiografia di mano e polso e la risoluzione chirurgica al problema.

 

Gennaio 31st, 2018|Categorie: Ortopedia|Commenti disabilitati su DOLORI RICORRENTI ALLE DITA O ALL’INTERA MANO?

Potenziamento dello staff di Pneumologia

Diamo il benvenuto al Dott. Antonello Murgia, specialista in Pneumologia di grande esperienza che inizierà questa mattina la sua attività presso la Clinica Tommasini collaborando con il Dott. Riccardo Ortu per rafforzare i servizi di Pneumologia rivolti ai pazienti ambulatoriali e ai pazienti ricoverati, sotto il coordinamento del Dott. Massimo Lai, Direttore della U.O. internistico-riabilitativa della nostra struttura.

Gennaio 25th, 2018|Categorie: Pneumologia|Commenti disabilitati su Potenziamento dello staff di Pneumologia

NUOVA COLLABORAZIONE ALLA CLINICA TOMMASINI

Nei prossimi giorni partirà la collaborazione della clinica Tommasini con la dottoressa Anna Rita Deiana, laureata in Psicologia dello Sviluppo e Dinamico-Relazionale e formata, con Master di II livello, in Neuropsicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Padova ed esperta nei programmi di educazione e riabilitazione alimentare.

Il percorso di studio e approfondimento accademico hanno reso la sua formazione pertinente e indicata nei percorsi di assistenza psicologica ospedaliera, riabilitazione neurologica con particolare attenzione ai disturbi cognitivi disfunzionali, valutazione del comportamento alimentare e psicoeducazione nutrizionale.

La dottoressa sarà impiegata nella Unità Operativa Internistico-Riabilitativa, sia nei reparti di Medicina e Geriatria per i pazienti acuti che nei reparti di Riabilitazione intensiva e Lungodegenza per i pazienti post-acuti.

Gennaio 24th, 2018|Categorie: Psicologia|Commenti disabilitati su NUOVA COLLABORAZIONE ALLA CLINICA TOMMASINI

CERTIFICAZIONI E QUALITA’

CERTIFICAZIONE DI QUALITA'

UNI EN ISO 9001:2008

CERTIFICAZIONE DI QUALITA'

La Clinica Tommasini è in possesso di Certificato di Qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2008. Ultimo rilascio del certificato (n. 8748-A): 27 febbraio 2017.

ACCREDITAMENTO DEFINITIVO

8 agosto 2014

Accreditamento istituzionale definitivo

La Clinica Tommasini ha ricevuto da parte dell’Assessorato dell’Igiene e Sanità e dell’assistenza sociale della Regione Sardegna l’Accreditamento istituzionale definitivo con Delibera n. 919 dell’8 agosto 2014.

ASSOCIATA CONFINDUSTRIA

Sezione Sardegna Centrale

CONFINDUSTRIA SARDEGNA CENTRALE

La Clinica Tommasini è associata a Confindustria Sardegna e rappresentata a livello istituzionale dalla Sezione Sanità di  Confindustria Sardegna Centrale.

CONTATTACI

COME ARRIVARE

La Clinica Tommasini si trova a Jerzu, in Ogliastra, in via Gianni Lai 62. Per chi viene da Cagliari è consigliabile percorrere la nuova S.S. 125, mentre per chi proviene da Nuoro, Sassari e Oristano è preferibile passare da Lanusei. Per ottenere le indicazioni stradali esatte in base al vostro punto di partenza, cliccare su “Indicazioni” nella mappa in basso.

LA PROSTATA? NON FA PIU’ PAURA!

La prostata è una ghiandola facente parte dell’apparato genitale maschile, sita, anatomicamente, appena sotto la vescica, davanti all’ultima porzione di intestino (retto). La sua infiammazione, detta prostatite, è un problema tipico che colpisce l’8,2 % [...]

Di | Luglio 18th, 2018|Categorie: Urologia|Commenti disabilitati su LA PROSTATA? NON FA PIU’ PAURA!

GUERRA ALLE OCCHIAIE E NUOVE TENDENZE

Uno studio effettuato su 45 donne con iperpigmentazione orbitale, volgarmente nota come occhiaie, ha dato risultati interessanti su quali siano i trattamenti più efficaci da un lato o meglio tollerati dall’altro. Il campione è stato [...]

Di | Luglio 18th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su GUERRA ALLE OCCHIAIE E NUOVE TENDENZE

RIMETTI AL PASSO I TUOI PIEDI!

Dolori, deformità, arrossamento e difficoltà a camminare? potresti soffrire di alluce valgo, una deformazione del primo dito del piede che devia lateralmente verso le altre dita creando contemporaneamente la sporgenza mediale del primo osso metatarsale [...]

Di | Giugno 27th, 2018|Categorie: Ortopedia|Commenti disabilitati su RIMETTI AL PASSO I TUOI PIEDI!

INDAGARE LA PATOLOGIA TIROIDEA:  E’ FACILE ANCHE IN OGLIASTRA

In caso di familiarità per patologia o alterazioni della funzionalità tiroidea o in caso di pregressa tiroidectomia o patologia nodulare, sospetta o assodata, puoi chiedere di accedere al PACC Po2, ovvero Pacchetto Diagnostico Tiroideo, prescrivibile [...]

Di | Giugno 27th, 2018|Categorie: ENDOCRINOLOGIA|Commenti disabilitati su INDAGARE LA PATOLOGIA TIROIDEA:  E’ FACILE ANCHE IN OGLIASTRA

L’ANIDRIDE CARBONICA? PUO’ ESSERE TERAPEUTICA

L’utilizzo dell’anidride carbonica come pratica terapeutica nasce in Francia nel 1932 e viene ufficialmente riconosciuta in Italia nel 1995 dal SIME, la Società Italiana di Medicina Estetica. Nel frattempo si è giunti alla realizzazione di [...]

Di | Giugno 27th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su L’ANIDRIDE CARBONICA? PUO’ ESSERE TERAPEUTICA

CELLULITE? COME TI CURO!

I trattamenti usuali non sempre sono efficaci per la cura della cellulite, in modo particolare quando diventa patologica. E’ italiano il brevetto del macchinario di ultimissima generazione per la cura degli inestetismi da cellulite. Si [...]

Di | Giugno 12th, 2018|Categorie: Medicina Estetica|Commenti disabilitati su CELLULITE? COME TI CURO!