EMATOLOGIA

Se hai deciso di effettuare una visita ematologica presso la Clinica Tommasini di Jerzu, in questa pagina puoi trovare tutte le informazioni che cerchi. Leggi i dettagli contenuti qui sotto e per qualsiasi dubbio non esitare a contattarci, grazie.
Clicca qui per prenotare una visita ematologica

COS’E’ L’EMATOLOGIA

L’ematologia è una branca della medicina interna che studia il funzionamento e le patologie del sangue, in ogni sua componente, compresi gli organi che lo producono, facenti parte del sistema emopoietico. Il sangue è costituito da una componente liquida, chiamata plasma, e da una componente cellulare ovvero: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

Gli organi emopoietici, preposti alla formazione della componente cellulare, sono il midollo osseo, la milza, i linfonodi e il timo. Il midollo osseo è formato da tessuto mieloide ed è deputato alla formazione di globuli rossi e una categoria di globuli bianchi differenziati in granulociti e monociti. Milza, linfonodi e timo sono composti da tessuto linfoide e si occupano di dare origine a una classe particolare di globuli bianchi chiamati linfociti.

Il nome ‘ematologia’ deriva dalla parola greca ‘heme’ che significa sangue. Lo specialista della disciplina è l’ematologo, medico internista specializzato, esperto nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione dei disordini emopoietici in generale quali: leucemie, linfomi, anemie o emofilie.

SINTOMI DEI DISTURBI EMATOLOGICI

Le patologie ematiche possono rivelarsi attraverso svariati sintomi interessanti diversi distretti corporei. In genere possono essere sintetizzati come segue:

Sintomi correlati ad una diminuzione della componente ematica:

  • Affaticamento, debolezza e respiro affannoso possono essere causati da una diminuzione dei globuli rossi e dell’emoglobina ed essere indice di possibile stato anemico.
  • Febbre e infezioni ricorrenti possono essere causati da una diminuzione dei globuli bianchi o delle proteine del sistema immunitario.
  • Sanguinamenti anomali ed ecchimosi possono essere indice di una diminuzione delle piastrine o dei fattori della coagulazione del sangue.

Sintomi correlati ad aumenti della componente ematica:

  • Un aumento dei globuli rossi può causare cefalea e un colorito rosso (pletora).
  • Un aumento delle piastrine o dei fattori della coagulazione del sangue può causare trombosi (coagulazione eccessiva del sangue).
  • Un aumento della quantità di proteine del sistema immunitario, dei globuli rossi, dei globuli bianchi o delle piastrine possono determinare un aumento della viscosità del sangue, provocando di conseguenza una diminuzione del flusso ematico verso alcune aree dell’organismo poiché il sangue addensato (più viscoso) potrebbe avere difficoltà a passare attraverso i vasi sanguigni di piccolo calibro. Si tratta di una grave condizione che prende il nome di sindrome da iperviscosità. I soggetti colpiti possono manifestare sintomi quali respiro affannoso, cefalea, vertigini e stato confusionale. La sindrome da iperviscosità può manifestarsi in soggetti affetti da mieloma multiplo ( Mieloma multiplo), nei quali è causata da un aumento delle proteine del sistema immunitario.

Alcuni sintomi sono maggiormente indicativi della presenza di una malattia del sangue. Alcuni esempi sono:

  • Trombo (flebite), generalmente in una gamba (che molto spesso causa gonfiore, arrossamento e/o sensazione di calore nella gamba o respiro affannoso);
  • Petecchie (un’eruzione cutanea con presenza di piccoli puntini rossi causata dalla marcata riduzione nel numero di piastrine);
  • Vesciche piene di sangue in bocca (causate dalla marcata riduzione nel numero di piastrine o da problemi di coagulazione);
  • Ingrossamento dei linfonodi (causato da tumori dei globuli bianchi [leucemia, linfomi])
  • Pallore (cute pallida causata dall’anemia);
  • Picacismo (ingestione di ghiaccio, terra o argilla; indica la presenza di un’anemia da carenza di ferro);

LA VISITA EMATOLOGICA

La visita ematologica è consigliata quando esista il sospetto di disordini emopoietici o la diagnosi certa di patologia ematologica in corso. Per eseguire la visita non è necessaria alcuna preparazione, è solo importante recare con se esiti e referti di eventuali esami già svolti. La fase iniziale, se si tratta di una prima visita, consiste nell’elaborazione dell’anamnesi, ovvero la raccolta di dati e informazioni inerenti la storia clinica del paziente e della sua famiglia, lo stile di vita e il suo stato fisico. Segue la visita clinica dell’ematologo e la valutazione degli esami svolti, quando necessario, anche la prescrizione di nuovi approfondimenti.

INFORMAZIONI

Presso la Clinica Tommasini è possibile eseguire visita ematologica in convenzione col Servizio Sanitario Nazionale  chiamando l’ufficio prenotazioni della clinica Tommasini al numero 07827616;

Clicca qui per prenotare una visita ematologica

CONTATTACI

COME ARRIVARE

La Clinica Tommasini si trova a Jerzu, in Ogliastra, in via Gianni Lai 62. Per chi viene da Cagliari è consigliabile percorrere la nuova S.S. 125, mentre per chi proviene da Nuoro, Sassari e Oristano è preferibile passare da Lanusei. Per ottenere le indicazioni stradali esatte in base al vostro punto di partenza, cliccare su “Indicazioni” nella mappa in basso.