BREATH TEST AL LATTOSIO (H2)

Se hai deciso di effettuare il breath test al lattosio (h2) alla Clinica Tommasini di Jerzu, in questa pagina puoi scoprire tutti i dettagli su questo esame. Leggi con attenzione tutte le informazioni contenute qui sotto, e per qualsiasi dubbio non esitare a contattarci, grazie.

CHE COS’È IL BREATH TEST AL LATTOSIO?

Il test del respiro con substrato lattosio è una metodica non invasiva che mediante sofisticati apparecchi (spettrofotometro, gascromatografo) permette di diagnosticare il malassorbimento o l’intolleranza del soggetto esaminato a questo carboidrato, che può determinare una sintomatologia gastroenterica a carico dell’apparato digestivo superiore ed inferiore.

COME SI ESEGUE IL BREATH TEST AL LATTOSIO?

Il breath test al lattosio ( test di tolleranza al lattosio su idrogeno espirato) viene eseguito mediante l’ ingestione di 20 grammi di lattosio sciolti in 100 ml di acqua (in alternativa 400 ml di latte parzialmente scremato) e nelle successive raccolte di aria espirata dal paziente (in totale 8, (in totale 9 raccolte, 1 per il basale prima di assumere il substrato poi altre 8 ogni 30 minuti) per complessive 4 ore dall’inizio dell’esame, preceduta dalla raccolta di aria espirata “basale” prima di assumere il lattosio.

Le fasi della raccolta del respiro sono fondamentalmente 3 e vengono comandate dall’esecutore (medico/infermiere) che chiederà al paziente di: 1) inspirare/prendere l’aria col naso e trattenerla nei polmoni; 2) avvicinare il boccaglio alla bocca e poggiare sopra le labbra; 3) soffiare tutta l’aria con un po’ di forza.

Il test al lattosio si considera positivo se vengono superati i valori di 20 ppm (parti per milione) indicate nel dispositivo misuratore.

E’ PREVISTA UNA PREPARAZIONE?

Il paziente che si sottopone al test deve prestare attenzione ai seguenti punti:

  • NON deve avere assunto terapia antibiotica, lassativa o fermenti lattici nei 7 giorni che precedono l’esame;
  • NON deve avere diarrea severa (10 scariche/die);
  • NON deve fumare almeno nelle 12 ore prima del test;
  • DEVE essere digiuno il giorno dell’esame (può assumere con acqua esclusivamente le medicine salvavita);
  • Il giorno precedente PUO’ mangiare a pranzo, merenda pomeridiana e cena solo e esclusivamente riso in bianco condito con olio, gallette di riso, carne ai ferri o pesce bollito e bere acqua naturale (NON è consentito assumere nessuna altra bevanda o cibo o sostanza);
  • Durante l’esame DEVE restare a digiuno, NON può fumare o stare il luoghi dove si fuma, PUO’ bere acqua naturale.

Durante le 4 ore dell’esecuzione del test,  il paziente può occasionalmente accusare sintomi lievi come nausea, sensazione di fame, cefalea, gonfiore e distensione addominale, prevalentemente legati al digiuno, eccezionalmente può avere dolore addominale e diarrea.

QUALI SONO I TEMPI D’ATTESA PER AVERE IL REFERTO DEL BREATH TEST?

Il referto sarà consegnato alla fine dell’esame dal medico esaminatore con eventuali consigli dietetico-terapeutici.

CONTATTACI

COME ARRIVARE

La Clinica Tommasini si trova a Jerzu, in Ogliastra, in via Gianni Lai 62. Per chi viene da Cagliari è consigliabile percorrere la nuova S.S. 125, mentre per chi proviene da Nuoro, Sassari e Oristano è preferibile passare da Lanusei. Per ottenere le indicazioni stradali esatte in base al vostro punto di partenza, cliccare su “Indicazioni” nella mappa in basso.

Click edit button to change this code.