Rigidità, limitazione funzionale dell’articolazione di breve durata (generalmente di 10-15 minuti), in particolare al mattino o dopo un’inattività prolungata o dolore stimolato dalla pressione sull’articolazione sono i sintomi comuni dell’artrosi, la più frequente tra le malattie reumatiche.
Le manifestazioni più rilevanti della malattia sono gonfiore o tumefazione articolare dovuta agli osteofiti oppure il classico crepitio avvertibile al tatto dell’articolazione nel movimento. Può verificarsi anche una diminuzione molto rapida della massa muscolare.

L’artrosi è una malattia degenerativa che interessa le cartilagini che rivestono le ossa dei distretti articolari, innescandosi quando questi tessuti si assottigliano e frammentano. Il graduale assottigliamento della cartilagine e la diminuita mobilità provoca la reazione dell’osso sottostante che reagisce con la produzione di esuberanze ossee note come osteofiti determinando così una reale condizione di “insufficienza articolare”. Questa, coinvolgendo nella fase evoluta tutte le componenti dell’articolazione (cartilagine, osso subcondrale, legamenti), produce una deformità progressia con severa limitazione dei movimenti.

Le articolazioni più interessate sono quelle di colonna vertebrale, anche e ginocchia ma possono essere colpiti tutti i distretti articolari anche gli arti superiori, in particolare le mani tanto da limitare, in alcuni casi, le più comuni attività quotidiane.

L’artrosi è una delle maggiori cause d’invalidità nei Paesi industrializzati. In Italia, rappresenta oltre il 72% di tutti i disturbi reumatici e si ritiene che almeno 4 milioni di persone ne siano colpite, direttamente correlata all’età, con un picco massimo d’incidenza fra i 75 e i 79 anni. Prima dei 45 anni è più colpito il sesso maschile ma oltre quest’età è maggiormente coinvolto quello femminile.

Se riscontri questi sintomi ti consigliamo di recarti al più presto dal medico di medicina di base che ti indirizzerà da uno specialista reumatologo. Contro queste malattie è basilare giocare d’anticipo!

Presso la Clinica Tommasini è possibile intraprendere un percorso di studio e cura personalizzato, condotto dalla Dott. ssa Reumatologa Laura Fadda.